Prove tecniche di annaspamento :-)

Le feste natalizie sono passate e, come previsto, ogni occasione si è presentata come una dura lotta con la linea. Ovviamente potete ben immaginare che ho perso… E a dirla tutta credo di essere in buona compagnia in queste sconfitte.

Per cercare di rimediare un po’ ho deciso di andare a farmi qualche vasca in piscina, ho chiamato mio fratello Romuald e siamo andati alla piscina di Variney.

Pronti per una bella nuotata!
Pronti per una bella nuotata!

L’idea del nuoto mi è venuta in mente per cercare di rinforzare la parte alta della muscolatura e allenare un po’ anche i polmoni. Era un po’ che non venivo in piscina a Variney, è proprio un bel impianto, la struttura è quasi tutta chiusa da enormi vetrate che permettono di nuotare godendosi il panorama sulla Coumba Freida ed il personale è molto cortese e disponibile.

Mio fratello si è subito disposto a bordo vasca con la macchina fotografica lasciandomi entrare per primo a faticare in acqua. Ho voluto nuotare con la protesi da acqua e devo dire che al momento non ne sono molto soddisfatto. L’ho utilizzata svariate volte al mare e lì va molto bene perchè entro in acqua per rilassarmi e galleggiare un po’, ma in piscina ci entro per nuotare, è davvero tutta un’altra cosa.

Ogni tanto mi tocca scaricare un pò d'acqua!
Ogni tanto mi tocca scaricare un pò d’acqua!

Dopo un paio di vasche, fatte con fatica, mi sono reso conto che non riesco a dare continuità alle mie bracciate sicuramente a causa di un mio errore di coordinamento nel nuoto e la respirazione mi manda in affanno. Ho cercato comunque di continuare, il risultato non era sicuramente dei migliori ma almeno ho bruciato qualche caloria. Provando a nuotare senza protesi sembra persino peggio, faccio bracciate senza andare avanti, mi manca la propulsione.

Ad un certo punto gli atleti concludono il loro allenamento e la piscina improvvisamente si svuota, un deserto d’acqua. A questo uno dei bagnini che in precedenza mi aveva osservato si è avvicinato ed ha iniziato ad analizzare molto velocemente i miei movimenti in acqua.

I preziosi consigli del bagnino
I preziosi consigli del bagnino

Con alcuni consigli alla veloce sono riuscito a capire dove sbaglio, sia a livello di braccia che di gambe. Una cosa sicura è che al momento la protesi da acqua, a causa della caviglia fissa, si comporta come un timone messo di traverso e il fatto di non essere perfettamente aderente alla cuffia del moncone mi impedisce di usarla con una buona risposta. La prossima volta che andrò al Centro Protesi Inail chiederò se è possibile mettere direttamente sulla cuffia una specie di pinna o altro dispositivo utile per il nuoto. Così magari prossima volta che torno in piscina giriamo “lo squalo 5 a Variney”! 🙂

A giorni ci riproviamo dai…