Crea sito

Il mio (anarchico) TOR. Un’avventura sfortunata?

IMG_7252
A spasso sulle Alte Vie della Valle d’Aosta

Ho perso una gamba tanti anni fa, un freddo sabato di febbraio. Per fare un po’ di straordinario. Ero poco più che ventenne, sposato da pochi mesi e in procinto di diventare papà. Era il 1989, non esisteva ancora il concetto di aiuto psicologico a chi subiva gravi infortuni. Non c’era nulla dopo la convalescenza, ci si doveva sbrogliare un po’ da sé.

Io sono stato fortunato, avevo mia moglie Rosy e il piccolo Patrick in arrivo, seguito poi da Alessandra e Jerome. Strada facendo ho conosciuto Pierino, amputato anche lui, che mi ha fatto capire che dovevo muovermi e praticare sport. Non sapete quanto può essere d’aiuto lo sport per riprendersi da un grave periodo di convalescenza. Ho praticato lo sci da discesa, quello nautico, ho fatto la traversata del ghiacciaio del Monte Bianco, lancio del peso, lancio del giavellotto e del disco. Read more

La fabbrica delle gambe

Questa volta voglio cedere la parola a mio fratello Romuald, ha un racconto da condividere. Buona lettura!

 

IMG_1420

Da quando mio fratello ha avuto l’incidente nel 1989 abbiamo parlato poco della disabilità, o meglio, ne ho parlato poco io. Sono stato sempre ad ascoltare quello che ci raccontava quando passava a casa per il caffè e per salutare mamma e papà. Quando ha deciso di lanciarsi a capofitto nel trekking mi sono detto che era una buona idea, quando ha aggiunto “voglio partecipare al Tor des Géants” ho detto che era una Read more

Prove tecniche di annaspamento :-)

Prove tecniche di annaspamento :-)

Le feste natalizie sono passate e, come previsto, ogni occasione si è presentata come una dura lotta con la linea. Ovviamente potete ben immaginare che ho perso… E a dirla tutta credo di essere in buona compagnia in queste sconfitte.

Per cercare di rimediare un po’ ho deciso di andare a farmi qualche vasca in piscina, ho chiamato mio fratello Romuald e siamo andati alla piscina di Variney. Read more

Il passo del cacciatore

Il passo del cacciatore

Pochi giorni fa con mio fratello abbiamo deciso di farci una tratta di sentiero che porta da Sorreley (Saint Christophe) a Blavy di Roisan, percorrendo il sentiero 26C, 26A, 26B e 26. Un’escursione di circa due ore, un dislivello di circa 600 metri in 5 chilometri e mezzo. Read more